Fotogallery

    Clicca qui per accedere alla Galleria Fotografica

RSS di - ANSA.it

Servizio Civile - Progetto "Amico Bosco"

 
TITOLO DEL PROGETTO
“Amico bosco
 
NUMERO DEI VOLONTARI DA IMPIEGARE NEL PROGETTO: 5
 
AREA DI INTERVENTO:
Settore B Protezione Civile - Codifica 01 Prevenzione incendi
 
OBIETTIVI DEL PROGETTO:
Il progetto parte dalla considerazione che i boschi sono fondamentali per l'ambiente: essi creano ossigeno, offrono protezione a tante specie animali e impreziosiscono il paesaggio. La loro presenza è poi quanto mai importante sulle montagne, dove l'acqua piovana, non frenata dalla vegetazione boschiva, può assumere proporzioni tali da dare il via a dilavamenti e frane, con danni anche per le valli sottostanti. Se il bosco ha bisogno del terreno per nascere e crescere, è anche vero che il terreno e l'intero ecosistema hanno bisogno del bosco per preservarsi. Con tali presupposti l’azione progettuale si pone i seguenti obiettivi:
- di formare una maggiore consapevolezza civica nei confronti della tutela ambientale;
- di favorire una effettiva riduzione degli incendi.
 
SEDI E ORARI DI INTERVENTO:
Sede di Attuazione
Comune
Indirizzo
Cod. sede
N. vol. per sede
Ufficio Tecnico
San Pietro di Caridà (R.C.)
Largo Dei Nobili, 1
100651
3
Ufficio Polizia Municipale
San Pietro di Caridà (R.C.)
Largo Dei Nobili, 1
100662
2
 
  6 ore al giorno per 5 giorni per un totale di 30 ore settimanali
 
COMPITI DEI VOLONTARI:
I volontari dovranno partecipare all’attivazione dalla creazione di una rete tra i soggetti istituzionali e non, finalizzata alla realizzazione di iniziative sinergiche. In particolare dovranno impegnarsi per realizzare le seguenti azioni:
1.      Organizzare campagne d’informazione e sensibilizzazione sulla prevenzione degli incendi e sul rispetto delle norme comportamentali da tenere per una corretta fruizione del bosco, sia all’interno della comunità cittadina quanto delle Scuole di ogni ordine e grado.
2.      Realizzare una campagna sistemica di prevenzione e di sensibilizzazione sulla tutela del patrimonio boschivo per sviluppare forme di cittadinanza attiva, di coscienza ambientale, di sviluppo sostenibile, di protezione civile.
3.      Offrire agli Enti pubblici/privati la possibilità di ampliare e migliorare l’offerta di servizi formativi rivolti ai giovani interessati alla tutela e salvaguardia del patrimonio boschivo, all'uso corretto delle risorse boschive, nonché agli interventi di emergenza correlati.
4.      Organizzare azioni d'intervento per far fronte all’emergenza incendi boschivi attraverso un’attività sistemica di avvistamento e segnalazione (anche tramite gruppi di volontariato e altre forme di cittadinanza attiva).
5.      Accrescere i servizi a supporto della corretta fruizione dei boschi da parte di cittadini e turisti, delle emergenze roghi e della prevenzione incendi.
6.      Organizzare piani delle attività di previsione e lotta agli incendi boschivi utilizzando il monitoraggio come strumento di controllo sistematico del territorio, realizzando una mappatura dei luoghi a rischio e uno specifico catasto comunale delle zone incendiate (per arginare le speculazioni che seguono e/o stanno a monte degli incendi).
7.      Dar vita, presso l’Ente comunale, ad un Osservatorio sugli incendi boschivi come azione sistemica di tutela e prevenzione del rischio incendi e delle emergenze correlate.
8.      Organizzazione di una banca-dati elettronica, capace di fornire al servizio provinciale e regionale antincendio dati in tempo reale sulla situazione del territorio locale.
 
 
 
 
PARTICOLARI OBBLIGHI DEI VOLONTARI DURANTE IL PERIODO DI SERVIZIO:
Impegno di presenza nei giorni festivi in occasione di eventi significativi organizzati sul territorio; flessibilità oraria, disponibilità ad eventuale impegno pomeridiano ed a missioni. Obbligo di una presenza responsabile e puntuale.
 
MODALITÀ DI SELEZIONE DEI VOLONTARI: si utilizzeranno i criteri valutativi previsti dal progetto finalizzati a selezionare giovani altamente motivati ad affrontare l’esperienza del servizio civile, individuare persone con una buona attitudine all’operatività e a lavorare in sinergia.   
 
REQUISITI RICHIESTI AI CANDITATI PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO OLTRE QUELLI RICHIESTI DALLA LEGGE 6 MARZO 2001, N. 64:
- Diploma di Scuola Secondaria Superiore, in modo da possedere gli strumenti culturali per realizzare le attività assistenziali verso i minori. Predisposizione alla relazione interpersonale e disponibilità a lavorare in equipe. Conoscenza informatica di base e uso del computer in relazione alle azioni previste dal progetto.
-   Diploma di Licenza Media, in riferimento alla riserva del 25% dei posti per i giovani in possesso di un basso livello di scolarizzazione.

Stemma Comune San Pietro di Caridà

Comune di San Pietro di Caridà

C.F. 82001330800

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.169 secondi
Powered by Asmenet Calabria